Ethimos n. 2, 2005

La poesia è dentro di noi

In libreria la biografia-testamento di Yehuda Amichai

Ogni uomo nasce poeta recita il titolo dell’intervista-biografia del poeta israeliano Yehuda Amichai, recentemente scomparso, uscita per la serie I DIALOGHI edita da Di Renzo Editore.
In pochi però, sarebbero in grado come lui, primo autore contemporaneo a scrivere le proprie liriche in ebraico, di rinnovare il linguaggio aulico di una tradizione antica, come quella della Bibbia, per incorporarlo in una forma moderna, che riflette la vita quotidiana in tutta la sua crudezza e bellezza. Una poesia per la quale non esistono temi più nobili o espressioni troppo triviali, pur non desiderando Amichai di provocare il lettore o offendere il suo Dio.
Una lirica, la sua, sostenuta anche dal grande amore per la sua città, Gerusalemme e dalla sua posizione politica e umanitaria che esalta i valori dell’amicizia, dell’amore e soprattutto del compromesso. “La sua espressione politica,” ha scritto Yehoshua, “non colpisce mai l’avversario come un martello e, sebbene tenace e coerente, mantiene toni sommessi avvicinando l’ascoltatore al suo punto di vista.”