IL CHIMICO ITALIANO, n.5 settembre – ottobre 2001, pag. 34, letture per il chimico

Biocidi: normative vigenti

(Ivano Camoni - Carlo Zaghi, Di Renzo Editore, Roma)

Scopo del presente volume è soprattutto quello di facilitare la comprensione dei principi che ispirano la direttiva 98/8/CE del 16 febbraio 1998 recepita nel nostro ordinamento legislativo con l’adozione del Decreto Legislativo 25 febbraio 2000 n. 174. L’attuazione delle nuove disposizioni, nel contesto produttivo e amministrativo nazionale, richiederà un periodo di tempo considerevole per gli aspetti di notevole complessità sia sotto il profilo procedurale che tecnico scientifico che esse contengono.
La direttiva 98/8/CE definisce le procedure per autorizzare la commercializzazione e l’impiego di un’ampia gamma di prodotti utilizzati come disinfettanti, disinfestanti, preservanti e antiparassitari non agricoli, attualmente regolamentati in Italia dalle norme riguardanti i “presidi medico-chirurgici”.
Questi prodotti denominano ore “biocidi” sono stati suddivisi in 23 gruppi che meritano di essere citati: disinfettanti e biocidi per l’igiene umana; disinfettanti nel settore dell’alimentazione umana ed animale; disinfettanti per l’acqua potabile; preservanti per prodotti in scatola; preservanti per pellicole; preservanti del legno; preservanti per fibre, cuoio, gomma e materiali polimerizzati; preservanti per liquidi nei sistemi di raffreddamento e trattamento industriale; preservanti contro la formazione di sostanze viscide (seimicit); rodentrici; avicidi; molluschicidi; pescicidi; insetticidi; acaricidi e prodotti destinati al controllo degli altri artroprodi; repellenti e attrattivi; preservanti per alimenti destinati al consumo umano o animale mediante il controllo degli organismi nocivi; prodotti antincrostazione e nella tassidermia; controllo di altri vertebrati (usati per il controllo di animali nocivi).
Alla classificazione dei biocidi segue un accurato elenco delle informazioni di base e di tutte le indicazioni previste per ogni prodotto nel cosiddetto “fascicolo” da presentare alla Commissione consultiva presso il Ministero della Sanità, per avere il parere a norma del Decreto Legislativo 25 febbraio 2000 n. 174 (G.U. n. 149 – 28 giugno 2000).


Per informazioni: Sante Di Renzo (Di Renzo Regulatory Affairs) direnzo@direnzo.it