la Piazza, febbraio – marzo 2003, pag. 19

Di Renzo un editore “malato” di cultura

Anna Tarantino

Un incontro interessante, che va oltre la promozione di una casa editrice. Quale editore? Quello del nostro quartiere, naturalmente, l’editore Sante Di Renzo che abita allo Statuario e che ha i suoi uffici in un elegante villetta in viale Manzoni.
L’incontro è stato quantomai riuscito. L’editore è un vero entusiasta della cultura, direi un bulimico, ed è ben coadiuvato dal suo staff composto essenzialmente da giovani attivi e preparati. L’occasione è stata quella di una conoscenza più approfondita dei suoi autori che si lasciano intervistare di buon grado dalle persone presenti. Poi si socializza attorno ad un gustoso aperitivo e si scoprono affinità, interessi comuni con gli altri partecipanti.
La riunione di oggi ci ha visti raccolti intorno al professor Aldo Carotenuto, illustre psicanalista e ben noto docente di psicologia alla Sapienza, qui a Roma.
I suoi numerosi libri sono tradotti nelle principali lingue e persino in giapponese. La sua opera più importante, anche in termini quantitativi di scrittura, è il “Trattato di psicologia della personalità” (1991).
Il libro che ci è stato presentato oggi ha un titolo accattivante: “Nel mondo dei sogni”. Ha un contenuto essenziale ed un linguaggio accessibile per offrire una lettura molto agile in breve tempo.
Numerose le domande poste all’autore: Si può inserire nel mondo dei sogni anche il sogno ad occhi aperti? E poi ancora: esistono i sogni premonitori? Che cosa indicano i sogni ricorrenti? Quanto il sogno può influenzare la realtà? Le risposte sono state precise e brevi e in sintonia con la vita reale.
In fondo il sogno è una spiaggia segreta, in cui ognuno si trova davanti a immagini che si possono associare ad elementi nascosti della propria psiche. Quest’iniziativa che dà il via ad incontri periodici è di rilievo per molteplici ragioni. La prima è che manca nella nostra zona un luogo d’incontro per discutere di cultura. Non credo d’altronde, a parte qualche libreria del centro storico, che questo tipo di appuntamenti sia frequente nella città e non, comunque, in una casa d’edizione. La seconda, che dovrebbe forse al primo posto è che è la “cultura” ad andare verso la gente.
La casa editrice Di Renzo Editore pubblica, infatti, libri brevi ad un costo decisamente “stracciato”. Chiede inoltre, ai suoi autori di adottare un linguaggio e uno stile divulgativi, accessibili ad un vasto pubblico.
Ma di quali autori si tratta e di quali argomenti? Nientedimeno che di premi Nobel e di nomi, comunque, decisamente famosi. Cito i due premi Nobel per la chimica Ilya Prigogine e Max Perutz e poi, a caso, Margherita Hack, astrofisica; Chomsky, linguista e politologo; Freeman, economista; Mosse, storico; Guidoni, astronauta; S. e G. Arcidiacono, fisici. Non posso, ovviamente, dare ll’elenco completo degli autori e degli argomenti, ma posso dirvi che tutti gli argomenti che interessano oggi il nostri mondo sono trattati, la matematica, l’arte, la religione, la psicologia, la scuola, la ricerca, la narrativa, la poesia, suddivisi in ben dieci collane.
Altri “incontri” sono previsti a breve. Personalmente credo che sentiremo ancora parlare dell’editore Sante Di Renzo.