Nigrizia, n. 9, settembre 2002, pag. 74

Linguaggio e politica

Pier Maria Mazzola

(Noam Chomsky, Linguaggio e politica, Di Renzo Editore, Roma)

Di Chomsky – l’intellettuale americano ritenuto, a torto o a ragione, uno dei maîtres à penser del movimento che contesta la globalizzazione (e in particolare la politica estera Usa) – ormai in italiano si pubblica molto. In questa seconda edizione di un libro del’98, arricchita da un capitolo sul mondo e gli Usa dopo l’11 settembre, si trovano però un’interessantissima introduzione autobiografica sui primi studi del linguista, e una serie di capitoli per addetti ai lavori che spiegano le basi di pensiero di «uno dei principali protagonisti dell’evoluzione culturale di questo secolo, uno dei padri fondatori dell’intelligenza artificiale e uno dei massimi esponenti della moderna scienza cognitiva» (dalla prefazione di Eliano Pessa).