Società e Politica, n.1, ottobre 2001, recensioni, pag. 111

La mia odissea dalla filosofia alla psicoanalisi

(Adolf Grünbaum, La mia odissea dalla filosofia alla psicoanalisi, Di Renzo Editore, Roma)

La psicoanalisi non ha i mezzi per farsi scienza, perché in essa gioca un ruolo troppo forte la suggestione che lega l’analista al proprio paziente. È questo uno degli spunti critici proposto dall’autore, che in questo dialogo racconta il percorso che lo ha portato dalla filosofia alla critica delle teorie psicoanalitiche.
La psicoanalisi, ci dice, deve necessariamente tenersi al passo con le nuove scoperte delle neuroscienze e la scienticità non le deriva dall’essersi così diffusa nella società occidentale.
Nella sua disamina della teoria psicoanalitica, Grünbaum affronta numerosi problemi irrisolti dell’eredità freudiana, illustrando la confusione dei termini e i falsi storici.
Il dialogo contiene inoltre un interessante saggio sui placebo in medicina e in psicoanalisi, soffermandosi sul ruolo della suggestione.