Giornale di Astronomia, n. 3, settembre 2003, pag. 62

Una vita tra le stelle

Corrado Bartolini*

(Margherita Hack, Di Renzo Editore, Roma, 2003, pagg. 140, euro 9,50, I° ed. 1995)

La collana I Dialoghi si arricchisce di questa pregevole opera, che passa in rassegna, in modo sintetico ma esauriente, tutti i campi dell'Astrofisica moderna che possono interessare anche i non addetti ai lavori. L'autrice ha una conoscenza profonda d'ogni argomento, che riesce a spiegare con vivacità e con un linguaggio molto chiaro. Dopo un'introduzione autobiografica, molto interessante perché fa capire al lettore i giganteschi cambiamenti avvenuti nell'ambiente astronomico italiano negli ultimi decenni, il libro si snoda attraverso una ventina di brevi capitoli, quasi dei flash, che illustrano punti nodali dell'Astronomia e della Fisica come l'origine dell'Universo, la difficile caccia ai neutrini, le supernovae, materia e antimateria, le onde gravitazionali, il nostro sistema solare e la ricerca di altri in cui potrebbero esistere forme di vita.
La prefazione termina con un'intuizione che può essere giudicata profetica: "L'astrofisica e le altre scienze fisiche e biologiche ormai non soltanto specialistiche e settoriali interagiranno sempre di più, permettendo scoperte che cambieranno la stessa umanità, destinata ad un'avventura cosmica, che quindi va oltre la nostra piccola culla terrestre".
Con apprezzabile spirito ecologico l'autrice auspica che lo sfruttamento della Luna, di Marte e dei pianetini sia disciplinato da accordi internazionali, com'è avvenuto per l'Antartide. Un unico piccolo rilievo può essere mosso: dopo aver giustamente riconosciuto a Horn D'Arturo il merito di essere stato il primo a ideare uno specchio a tasselli, l'autrice conclude che le operazioni di verifica della posizione dei tasselli erano eseguite a mano. "Naturalmente senza successo". 14 mila lastre di buona qualità, conservate presso l'Università' di Bologna, che sono utili anche adesso, dimostrano il contrario.
Il libro è adatto sia ai giovani, cui è dedicato il capitolo finale "Come diventare astronomo", sia ai meno giovani che vogliono avere risposte semplici ed esaurienti a molte domande di carattere fondamentale, ineliminabili in ogni essere umano come, ad esempio: qual è l'età dell'Universo? La sua espansione durerà per sempre? Esistono davvero i buchi neri? È questo il migliore degli universi possibili?
Augurando al libro la fortuna che merita, si potrebbe suggerire per le future edizioni come titolo alternativo: "Una Margherita fra le stelle".

*Docente del Dipartimento di Astronomia dell'Università di Bologna