L’Espresso, 10 dicembre 1998, pag. 170

L’ultimo libro di Zeri – Invettive dall’aldilà

A.M.

Deve aver accettato volentieri Federico Zeri l’invito dell’editore Di Renzo a pubblicare un pamphlet nella collana i “Dialoghi”. Una chiacchierata a ruota libera sui temi a lui più cari: mali e dolori del Bel Paese. E in effetti nel libro che Zeri, scomparso improvvisamente lo scorso 5 ottobre, non ha potuto vedere a stesura ultimata, c’è tutto il suo spiritaccio caustico, lucido e implacabile. Fin dal titolo “Caro Professore” che suona tanto “signora mia, guardi in che Italia viviamo”.
Dell’ultimo cahier de doléances del grande Zeri – che parla di beni artistici ma anche di natura, scuola, politica, religione con tanti racconti di vita vissuta – “L’Espresso” offre in anteprima alcuni brani. [...]