matematica.it, febbraio 2006, libro della settimana

Operazione Bourbaki

(Carl Djerassi, Operazione Bourbaki, Di Renzo Editore)

Non è un libro di storia della Matematica e neanche, in particolare, una ricostruzione storica di quel gruppo di matematici francesi che, a partire dagli anni Trenta, per mezzo secolo, ha dominato le scene della ricerca.
È un romanzo, ma saldamente ancorato al mondo della scienza. L'autore, anzitutto, è un chimico. Insegna all'Università di Stanford ed è universalmente noto per aver “inventato” la pillola anticoncezionale.
La trama è poi tutta ambientata nel mondo scientifico, che l'autore vuole rappresentare (sia pure tramite una fiction) per quello che è nel suo vivere quotidiano. I protagonisti del romanzo sono alcuni anziani docenti dell'Università di Princeton – da poco in pensione – che non accettano questo forzato accantonamento e, comunque, vogliono prima togliersi qualche “sassolino dalla scarpa”.
Operazione Bourbaki è una storia che ruota attorno a tre questioni: “il desiderio degli scienziati di essere riconosciuti dai propri pari, la collegialità inerente al fare scienza e l'invecchiamento della scienza occidentale”. Da qui – dalle prime due questioni, in particolare – viene il titolo del libro. La tensione tra lo sforzo cooperativo e il desiderio di un riconoscimento individuale ha portato l'autore a “scomodare” Bourbaki che, a suo avviso, “rappresenta una delle rare situazioni in cui gli scienziati sembrano aver superato questa tensione”.