Diritto & Diritti, dicembre 2004, Libri e Recensioni

Normativa sui materiali e oggetti a contatto con gli alimenti

Vito Rubino

(L. Gramiccioni, R. Feliciani, M.R. Milana, Normativa sui materiali e oggetti a contatto con gli alimenti, Di Renzo Editore, Roma)

È con particolare soddisfazione che salutiamo questa nuova edizione dell’opera, inserita nella “collana sanità” della casa editrice Di Renzo, da molti anni specializzata nella cura di volumi di raccolta e commento della normativa verticale del settore agroalimentare.
L’opera si presenta aggiornata con le più recenti norme e considerevole sin dalla sua strutturazione: ben quattro distinti volumi dedicati ai diversi profili della disciplina igienico-sanitaria dei materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti, rispettivamente dedicati alla parte generale (vol. 1), contenente le norme orizzontali di settore, alle materie plastiche ed alle gomme (vol. 2), alle carte, cartoni, legno, sughero, cellulosa rigenerata (vol. 3) ed ai materiali metallici, le ceramiche ed il vetro (vol. 4).
Come è noto la disciplina dei materiali ed oggetti a contatto con gli alimenti riveste una considerevole importanza nel quadro della legislazione sulla sicurezza alimentare. Per questo motivo è oggetto di interventi normativi da oltre quarant’anni, inizialmente solo nazionali, poi anche comunitari.
La stratificazione normativa ha prodotto un quadro giuridico quantomai complesso ed articolato, ove la disciplina orizzontale, ormai prevalentemente comunitaria, si intreccia con una quantità di disposizioni verticali, orientate ora a proteggere e tutelare la salute del consumatore da specifici pericoli, ora a salvaguardare l’ambiente imponendo materiali riciclabili e modalità di etichettatura idonee ad evidenziarne la riutilizzabilità dopo il loro sfruttamento primario.
L’opera che qui si commenta rinnova il notevole sforzo di raccogliere l’intera gamma delle disposizioni nei loro testi vigenti ed aggiornati, organizzandole in quattro macro- settori e conferendo così organicità e chiarezza all’intero impianto.
Secondo la tradizione della collana i quattro volumi sono preceduti da una breve introduzione degli autori che illustra le caratteristiche fondamentali della disciplina verticale. I testi sono poi riportati nella versione integrale con note di chiarimento. Per non rendere difficoltosa la lettura le norme più importanti, continuamente richiamate nei preamboli delle discipline verticali, sono state riprodotte per ciascun singolo volume.