Ansa, 13 dicembre 1995, notiziario scienza e tecnica, astronomia

Una vita tra le stelle per Margherita Hack

La storia di una vita dedicata alla scoperta delle stelle e dell’universo raccontata da una protagonista d’eccezione, l’astrofisica Margherita Hack: “Una vita tra le stelle”. (Di Renzo Editore, Roma, pag. 110), è la raccolta di alcuni ricordi della Hack, “cinquanta anni di vita vissuta negli osservatori astronomici, che crede nella predestinazione – scrive il fisico nella prefazione – deve sapere che sono nata nel 1922 in una strada che faceva angolo con via Cento Stelle. Quando avevo tre anni la mia famiglia si trasferì in via Ximenes, astronomo, vicino all’osservatorio di Arcetri”.
Ai racconti degli anni della giovinezza, della scuola e della presa di coscienza del fascismo dopo le leggi razziali del ’38, la Hack fa seguire una “passeggiata” nell’astrofisica degli ultimi cinquanta anni. I primi studi sulle stelle Cefeidi, le supernove, il Big Bang, i buchi neri, la caccia ai neutrini, la ricerca di altri sistemi solari, l’avvento della tecnologia: “siamo passati dai telescopi, spesso modesti dei singoli Osservatori – ha sottolineato Hack – ai grandi telescopi internazionali, ai satelliti che ci hanno spalancato nuove finestre sull’universo”.
Il libro sarà presentato oggi a Roma all’Istituto dell’Enciclopedia Italiana, dal vicepresidente dell’Istituto, Vincenzo Cappelletti e dal fisico Eliano Pessa.