Il Messaggero, 25 novembre 2006

Tra le stelle con la Hack, poi libri e vino da Hub

Ci saranno autorità cittadine e gli studenti dell’istituto magistrale “G. Marconi” questa mattina all’auditorium Flaiano per accogliere l’astrofisica Margherita Hack, in città per presentare il suo nuovo libro “Una vita tra le stelle” (edito da Di Renzo Editore, 144 pagine, 10 euro). La Hack, 84 anni, fiorentina di nascita ma triestina di adozione, ha accolto l’invito della professoressa Clementina Leuci e del preside Giuseppe Ciardulli e questa mattna alle 10.30 salirà sul palco dell’auditorium di Lungomare Colombo per rispondere alle domande degli alunni su argomenti di astronomia trattati sui banchi di scuola, come l’origine dell’universo, le teorie sui neutrini, sui buchi neri, sulle onde gravitazionali. La Hack, ordinaria di astronomia all’università di Trieste, direttore dell’Osservatorio astronomico e direttore del Dipartimento di astronomia, si è distinta negli anni anche come “guru” del pensiero alternativo: notoriamente legata alle ideologie di sinistra, irremovibilmente atea, vegetariana e paladina dei diritti degli animali. E questa mattina ripercorrerà le tappe principali della sua vita raccontate nelle pagine del suo nuovo lavoro: del racconto della giovinezza a Trieste, passando per la passione per lo sport e la politica, alla scelta di dedicarsi a telescopi e satelliti. Alle 17 la Hack farà da madrina d’eccezione all’inaugurazione della libreria Book e Wine da Hub il noto locale di Roberto Ferrini in via Tirino.