L’Espresso 6 Settembre 2007
La Scienza Pagg. 133

Potere non è dovere

di Piergiorgio Odifreddi

Una volta la regina Elisabetta chiese a un inserviente di fare una cosa. Lui rispose; «Se posso», e lei ribat­tè: «Puoi, perché devi». Questo legame fra "dovere" e "potere" è in realtà una delle leggi fondamentali della logica deontica, che si occupa appunto di queste faccende. Non lo è invece il legame inverso, che si debba fare tutto ciò si può, perché altrimenti "dovere" e "potere" collasserebbero in uno stesso concetto. Quando uno scrittore intitola una sua opera" Se si può, si deve?", lo fa dunque per provocare. Sopratrutto se si chiama Roald Hoffmann, ha vinto il Nobel nel 1981, ha scritto il meraviglioso libro di divulgazione "La chimica allo specchio" (Longanesi, 2005), ha condotto alla tv la fortunata serie "Il mondo della chimica", ed è da sempre attento ai problemi dell'etica nella scienza. In quesra pièce teatrale, che sarà rappresentata il 13 ottobre in occasione di Bergamo Scienza, lo scienziato-letterato affronta il tema della responsabilità della ricerca, mettendo in scena una biologa molecolare che vuole pericolosamente isolare, in un'anatra morta durante l'epidemia del 1918, i geni del virus dell'influenza che causò la morte di 40 milioni di persone. A farle riflettere sulla sensatezza o meno de l’impresa sono il fidanzato e il padre. Il primo è un artista che testimonia la responsabilità dell'arte con le sue opere, dal papa che guarda una sua foto da bambino nella gioventù hitleriana, alla Madonna incinta che viene accarezzata sensualmeme dall' "angelo" che l'ha messa incinta. Il secondo è un chimico, morto suicida da poco per il rimorso di aver sintetizzato una molecola poi usata come arma chimica da un gruppo terrorista, e per la vergogna di aver scoperto che durante la guerra la sua famiglia ebrea si era salvata dalla deportazione solo grazie a una relazione della madre con un nazista. E Hoffmann rivolge silenziosamente a ciascuno di essi, così come a ciascuno di noi, la sua domanda: Se si può, si deve?

Roald HoffmannSe si può, si deve?
Di Renzo Editore, 2007, pp.68, €10