L’espresso, giovedì 17 marzo 2005, pag. 145, Cultura

Molecole a misura di pallone

Piergiorgio Odifreddi

Nonostante il calcio sia lo sport nazionale del nostro Bel Paese, pochi tifosi sanno che il pallone è stato inventato da Archimede, e consiste in un icosaedro troncato, con 12 facce pentagonali (nere) e 20 esagonali (bianche). Un bel solido con 60 vertici, che nel 1985 Harold Kroto scoprì essere la forma di una molecola costituita da 60 atomi di carbonio, sintetizzata e diffusa nello spazio interstellare da una gigante rossa. Una bella scoperta, che gli valse il premio Nobel per la chimica nel 1996.
In “Molecole su misura” (Di Renzo Editore, 2005, pp. 70, 8,50 euro) Kroto narra come è arrivato alla sua scoperta, e si dispiace che il premio Nobel gli abbia tolto il tempo di dedicarsi al “design”, una delle sue tante passioni. Ma gli ha dato la visibilità necessaria per intraprendere una fortunata carriera di divulgatore, che gli ha prodotto più di 50 programmi scientifici per la Bbc. E di diventare portavoce del razionalismo ateo, che decostruisce scientificamente le favole della religione, e sostituisce alle vuote preghiere un pieno impegno a favore di Amnesty International.