Corriere della Sera Magazine, n. 6, giovedì 10 febbraio 2005, pag. 26, Agenda

I ragazzi delle Carine

Barbara Palombelli

[...]
Lia Di Renzo, a Roma è uno dei simboli viventi della scuola come servizio pubblico. Ha raccontato la sua esperienza di preside della scuola media Mazzini in un libro, I ragazzi delle Carine (Di Renzo Editore). La Mazzini è sperimentale, interetnica, interculturale, allegra e vivace: accoglie ragazzini di tutte le religioni, nazionalità e riesce a inserire bene nella società i disabili e i sordomuti. Il merito? Un forte spirito di identità e un clima veramente accogliente per tutti. Lia l’ha diretta per dieci anni, è una sua creatura e lo resterà forse per sempre. Appassionata e anticonformista, Di Renzo ama i suoi allievi e riesce a stabilire con loro un rapporto diretto e sincero. Ora è in pensione (ma in tanti la vorremmo di nuovo al lavoro), scrive, partecipa: ha poco più di cinquant’anni ed è un peccato che le sue energie siano – momentaneamente – lontane dalle aule. Scherziamo insieme sul suo libro: se ne potrebbe trarre una fiction di successo, le suggerisco. E lei, sorridendo: «Mi prenoto per la parte della bidella, la vera figura chiave degli istituti».
[...]