Il Sole-24Ore, 10 gennaio 1999, n. 9, pag. 26, cultura & società

Noam Chomsky

Il linguaggio viene continuamente sottoposto a manipolazioni, che possono essere ricondotte a precise "regole".
Queste agendo sui simboli trasformano la struttura profonda del discorso nella manifestazione superficiale delle parole che pronunciamo e ascoltiamo.
Noam Chomsky, con le sue tesi, ha rivoluzionato la linguistica ed è diventato uno dei padri fondatori dell'intelligenza artificiale. Chomsky ha poi preso la politica come campo di studio. I suoi saggi incrociano l'analisi del linguaggio con le scelte politiche arrivando a giudizi alternativi sul presente e proponendosi come coscienza critica del modello americano.
È quanto si trova nell'agile volume, da poco pubblicato da Di Renzo Editore, in cui sono raccolti quattro saggi tratti da discorsi sulla politica e la linguistica. Un mondo colloquiale e diretto per conoscere l'autore e il suo pensiero.