Newton, ottobre 2004, libri del mese, a cura di Manuela Menghini

Ognuno ha il suo modo di viaggiare

(David Peat, I sentieri del caso, Di Renzo Editore, Roma, 2004)

C'è chi organizza tutto, anche il più piccolo dettaglio, documentandosi su tutto ciò che vale la pena visitare durante la vacanza. E chi invece noleggia un'auto all'aeroporto, decidendo la meta all'ultimo momento. Inizia così il volume, con il viaggio come metafora della vita. David Peat appartiene alla seconda categoria di viaggiatori. Nella sua esistenza ciò che è capitato inaspettatamente è sempre stato benaccetto. Ed è proprio questo aspetto della sua personalità a spiegare le sue scelte professionali. Un'autobiografia, scritta in prima persona, nella quale viene raccontato il percorso nomade e affascinante di questo scienziato, allievo di David Bohm, che si è occupato di fisica quantistica. Ma che si è appassionato anche d'arte, filosofia, psicoanalisi e problemi etici. Un cammino apparentemente casuale, ma che in realtà racchiude il bisogno dell'autore di affrontare la scienza come un'esperienza a 360 gradi.