Prisma n. 9, 2000

La mente del criminale

Come si fa a capire se una persona è incline alla delinquenza? Queste persone hanno forse delle attenuanti in caso di giudizio? Come pensa e come agisce un criminale? Come funziona la sua mente?
Questi ed altri sono i temi che stanno sempre più incuriosendo gli psicologi, specie quelli che si interessano di questioni forensi. Jonas Rappeport è stato uno dei primi a porre sotto esame tale aspetto. In questo splendido libretto, frutto di una lunga intervista con l'autore, vengono evidenziati alcuni aspetti e alcuni momenti che hanno caratterizzato lo sviluppo di questa nuova disciplina.
L’Autore fornisce in questo libro un brillante spaccato della società americana, tessendo le linee di intersezione tra psicologia forense e psicologia clinica. L’una non può escludere l’altra, giacché la conoscenza del crimine richiede la conoscenza dell’uomo e delle mille sfaccettature della sua psiche.

Jonas Rappeport, Nella mente di un criminale, Di Renzo Editore