Rassegna Libraria n. 9, 2005

La storia non si ripete

Jonathan Riley-Smith spiega il vero significato delle Crociate

In un momento storico come il nostro, nel quale si è tornati a parlare di crociate, mi è capitato sotto mano un libretto apparso qualche tempo fa nella collana I DIALOGHI edita da Di Renzo Editore.
Di Al seguito delle Crociate non è stato solo l’autore ad attirarmi – Jonathan Riley-Smith è uno dei maggiori esperti di questo periodo storico e di questo fenomeno in particolare – ma soprattutto il sottotitolo: Origini, storia, evoluzione. Sarebbe forse meglio comprendere il vero senso di questa pagina oscura della storia cristiana prima di gettarsi in paralleli azzardati.
Cosa si nascondeva dietro la Guerra Santa? Perché migliaia di uomini abbandonarono tutto per andare a morire a Gerusalemme? Riley-Smith, sfuggendo ad ogni forma di qualunquismo storico, vaglia attentamente le fonti, ricostruisce situazioni ed eventi, descrive l’ambiente familiare e il contesto sociale dei crociati.
Ne risulta un’opera quanto mai completa ed esauriente, a volte persino profetica. “Dovremmo conoscere il potere del presente e i suoi pericoli,” scrive Riley-Smith nell’introduzione, “poiché questo secolo è pieno di esempi del presente che si sovrappone al passato, abusando di esso per scopi di natura morale o politica.” Un secco no, dunque, da parte di questo storico britannico, alla strumentalizzazione della storia su un tema quanto mai attuale come le guerre di religione.