Progettare per la Sanità, novembre-dicembre 2005, pag. 12, Recensioni a cura di Armando Ferraioli

Presidi medico-chirurgici e dispositivi medico-diagnostico in vitro

(Sante Di Renzo, Presidi medico-chirurgici e dispositivi medico-diagnostico in vitro, Di Renzo Editore)

Per quanto possa sembrare strano, l’art. 189 del Testo Unico delle Leggi Sanitarie che risale al 1934 ha originato a livello nazionale la regolazione del settore dei presidi medico-chirurgici. Poiché, nel corso dei vari anni, l’evoluzione sia da un punto di vista tecnico che scientifico ha fatto sì che ci siano stati tali e tanti adeguamenti normativi, si rendeva necessaria una raccolta che potesse essere una referenza non solo per i costruttori e per gli addetti alla commercializzazione dei presidi medico-chirurgici, ma anche per gli operatori sanitari che devono poter utilizzare tali presidi ed essere certi di agire nel pieno rispetto delle norme vigenti. Le direttive CEE hanno poi reso indispensabile la conoscenza delle norme comunitarie che sono alla base della libera commercializzazione dei prodotti autorizzati in ognuno dei paesi membri. Il presente volume della Collana Sanità, anche se non aggiornatissimo, ha proprio lo scopo di riportare cronologicamente i decreti e le circolari inerenti i presidi medico-chirurgici e i dispositivi medico-diagnostici in vitro, estendendosi anche alle normative riguardanti i biocidi e i diagnostici in vitro.