Il Grifone del Picentino.it, giovedì 29 luglio 2004, cultura

In libreria l’Aquila e il Gabbiano

Piero Vistocco

L'opera è stata curata dalla scrittrice giffonese, Elena Sica ed edita dalla casa editrice romana Di Renzo.
Un libro da leggere tutto d’un fiato per rivivere il fascino decadente della fine dell’Ottocento e del tramonto della più potente dinastia dell’Europa coeva, gli Asbrurgo. La giovane scrittrice salernitana, Elena Sica, traccia la storia della mitica imperatrice Elisabetta, una donna fuori dal suo tempo, bella ed impossibile. Sullo sfondo della Vienna imperiale si intrecciano le storie degli Asburgo, dal fidanzamento da favola nella villa di Ischl tra l’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe e sua cugina, la principessa Elisabetta di Baviera, detta Sissi, alla tragedia di Mayerling; dall’incoronazione dei sovrani in Ungheria alla terribile sorte di Massimiliano, imperatore del Messico e della sua sposa Carlotta del Belgio.
Il mito dell’imperatrice “più bella d’Europa” rivive nel ricordo delle dame di corte, delle figlie Gisella e Maria Valeria, della nuora Stefania del Belgio e dell’imperatore all’indomani del suo assassinio. L’autrice, giornalista pubblicista, già autrice di numerosi saggi, ha saputo cogliere la personalità complessa della principessa Sissi, trovatasi quasi per caso, ad appena sedici anni, imperatrice dello Stato più potente del panorama politico dell’Ottocento.All’editore Di Renzo dell’omonima casa editrice con sede nella Capitale il grande merito di aver creduto nella capacità della giovane scrittrice al suo esordio nel variegato e difficile mondo della narrativa contemporanea. Per informazioni contattare il sito della casa editrice Di Renzo.